Modifica la dimensione del testo : A A A

ECDL




   

AICA                                        
 
Il Liceo Scientifico Francesco Severi è Test Center autorizzato da AICA
 
La riforma della scuola italiana, entrata in vigore per le classi prime delle scuole secondarie superiori a partire dall’anno scolastico 2010/2011, recepisce le indicazioni europee relative all’importanza dei concetti di competenza e di apprendimento per competenze. Su questi contenuti AICA ritiene di potere fornire il proprio apporto, in quanto da un lato le Certificazioni Informatiche Europee della famiglia ECDL rispecchiano la logica dell’apprendimento per competenze, dall’altro il suo essere parte di reti e progetti europei ed internazionali le consente di interpretare i contenuti della riforma collocandoli nel contesto dal quale derivano alcuni dei suoi principi ispiratori.
Secondo le nuove disposizioni ministeriali, gli alunni del liceo scientifico devono:
“Saper utilizzare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione per studiare, fare ricerca,comunicare”.
“Essere in grado di utilizzare criticamente strumenti informatici e telematici nelle attività di studio e di approfondimento; comprendere la valenza metodologica dell’informatica nella formalizzazione e modellizzazione dei processi complessi e nell’individuazione di procedimenti risolutivi”.
“Sapere utilizzare strumenti di calcolo e di rappresentazione per la modellizzazione e la risoluzione 
di problemi”. 
Il Decreto n. 139 del Ministero della Pubblica Istruzione del 22 agosto 2007 introduce il Certificato delle competenze di base acquisite nell’assolvimento dell’obbligo scolastico, che le scuole devono rilasciare agli studenti al termine dell’obbligo di istruzione (16 anni). Questo documento recepisce le 8 compete
nze chiave europee riadattandole al contesto italiano e declinandole su 4 assi culturali:
  • Dei linguaggi
  • Matematico 
  • Scientifico – Tecnologico
  • Storico – Sociale
La competenza digitale è presente nei primi tre assi. Precisamente, nell’asse dei linguaggi con la richiesta di “utilizzare e produrre testi multimediali”; in quello matematico con la richiesta di analizzare dati e interpretarli sviluppando deduzioni e ragionamenti sugli stessi anche con l’ausilio di rappresentazioni grafiche, usando consapevolmente gli strumenti di calcolo e le potenzialità offerte da applicazioni specifiche di tipo informatico”; in quello scientifico – tecnologico con la richiesta di “essere consapevoli delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui vengono applicate”. 

Nei documenti ministeriali inoltre la competenza è parte integrante del “risultato di apprendimento”.
Con questa dizione si deve intendere, secondo EQF, la “descrizione di ciò che un discente conosce, capisce ed è in grado di realizzare al termine di un processo di apprendimento i cui risultati sono definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze”.
Il contributo delle certificazioni informatiche europee
Le certificazioni informatiche europee (ECDL per gli utenti informatici ed EUCIP per i professionisti del settore) da questo punto di vista rappresentano un eccellente modello di riferimento, in quanto i loro sillabi possono costituire la base dei contenuti digitali che le disposizioni ministeriali richiedono ai docenti di recepire per trasferirli poi agli studenti.